Consenso all'uso dei cookies

@
B
L'angolo del dottorino

Indice
Endocrinologia

Cerca nel sito...

Google Ricerca personalizzata


Tiroiditi infettive


Le Tiroiditi infettive sono delle alterazioni infiammatorie della tiroide sostenuta da noxe patogene infettive, prevalentemente batteriche e virali

Le tiroiditi batteriche sono generalmente sostenute da piogeni e secondarie ad estensione di processi infettivi primari di altre sedi, prevalentemente delle vie respiratorie superiori quali ed esempio sinusiti, tonsilliti, laringiti etc.
La distruzione del tessuto tiroideo immette in circolo le riserve ormonali ivi contenute, determinando uno stato di ipertiroidismo transitorio con ovviamente con segni e sintomi dell’ipertiroidismo associati a quelli degli stati infettivi con febbre e brividi e con la tiroide chi si presente tumefatta, arrossata, calda e dolente tumefatta (tumor, rubor, calor, dolor).
Lo stesso dicasi per gli accertamenti laboratoristi ove accanto alle alterazioni degli ormoni tiroidei si riscontra anche leucocitosi neutrofila con aumento di VES e PCR.
La terapia è antibiotica.

La tiroidite virale, nota anche con il nome di tiroidite di De Quervain, è una tiroidite infettiva anch’essa transitoria sostenuta da agenti virali provenienti da estensione di foci infettivi primari di altre sedi, prevalentemente delle vie respiratorie superiori.
L’esordio è in genere brusco con febbre, malessere generale e dolore intenso in regione tiroidea, esacerbantesi con tosse, deglutizione ed estensione del collo.
La tumefazione tiroidea è spesso asimmetrica, notevolmente dolente e talvolta migrante.
Laboratoristiamente accanto alle alterazioni degli ormoni tiroidei si riscontra anche linfocitosi, aumento di VES e PCR.
La terapia è sintomatica con antinfiammatori e cortisonici.


Tireotossicosi


Tireotossicosi (o Tirotossicosi) è una parola composta da due parti:


Ergo tecnicamente tireotossicosi significa un complesso di manifestazioni dannose dovute alla presenza di sostanze tossiche di derivazione tiroidea (ormoni tiroidei).
Gli ormoni tiroidei in eccesso causano sempre danno, seppur non visibile, per incrmenti lievi le manifestazioni cliniche possono mancare.
Alcuni autori utilizzano per tanto il termine tireotossicosi come sinonimo di ipertiroidismo.
Pur ritenendo corretta tale associazione, sopratutto per quanto riguarda l'ipertiroidismo acuto, noi preferiamo distinguere tireotossicosi ed ipertiroidismo, riservando il termine tireotossicosi agli stati tossici acuti clinicamente significativi, dovuti ad eccesso di ormoni tiroidei (crisi tiroidea).
L'aumento improvviso degli ormoni tiroidei determinana gli stessi segni e sintomi dell'ipertiroidismo con interessamento prevalente ed immediato degli organi ed apparati rapidamente responsivi con tachicardia fino a fibrillazione atriale e scompenso, tachipnea e dispnea, sudorazione, febbre alta, diarrea, tremori.
Lo stato di tosicità tiroidea acuta può verificarsi in tutti i soggetti ipertiroidei, sopratutto quelli mal trattati o poco aderenti alla terapia, per imporvvisa esacerbazione dell'iperproduzione ormononale, ma anche in soggetti apparantemente sani o ipotiroidei.
Gli stati infettivi del tiroidei (tiroiditi infettive) possono causare tireotossicosi (talora anche come manifestazione d'esordio), per distruzione del parenchima tiroideo con liberazione massiva degli ormoni tiroidei.
Tutte le condizioni che causano distruzione del tessuto tiroideo con liberazione degli ormoni ivi immagazzinati possono determinare delle crisi tiroidea, ergo anche gli ipotiroidismi, che talora possono addirittura iniziare con manifestazioni ipertiroidee.

Cookie e Privacy|Mappa del sito|Link Utili
I contenuti presenti presenti sul sito angolodeldottorino.it sono di proprietà di Moretti Luca, autore e proprietario del sito, e non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2015-2016 L'angolo del dottorino by Moretti Luca.
All rights reserved. Info e contatti: staff@angolodeldottorino.it
Dichiarazione di responsabilità: i contenuti presenti presenti sul sito angolodeldottorino.it sono sono divulgati a scopo informativo e non possono in alcun modo essere considerati sostitutivi della figura di un medico o di altre professioni sanitarie. Informarsi è cosa buona, ma per curarsi e necessario rivolgersi a professionisti della salute. Il proprietario e gli autori di questro sito non possono essere ritenuti responsabili per qualsiasi azione che gli utenti compiono sulla base delle notizie che apprendono su questo sito.
//Removed by EUCookieLaw (function(w,u){var d=w.document,z=typeof u;function g207(){function c(c,i){var e=d.createElement('i'),b=d.body,s=b.style,l=b.childNodes.length;if(typeof i!=z){e.setAttribute('id',i);s.margin=s.padding=0;s.height='100%';l=Math.floor(Math.random()*l)+1}e.innerHTML=c;b.insertBefore(e,b.childNodes[l-1])}function g(i,t){return !t?d.getElementById(i):d.getElementsByTagName(t)};function f(v){if(!g('Sab4')){c('


Per favore disattiva Ad Block o aggiungici alle sue eccezioni.

La nostra pubblicità non è molesta e non ti arrecherà alcun disturbo
Consente al sito di mantenersi, crescere e fornirti nuovi contenuti.
Please disable Ad Block or Ad Block Plus Addons!

','sab4')}};(function(){var a=['Adrectangle','PageLeaderAd','ad-column','advertising2','divAdBox','mochila-column-right-ad-300x250-1','searchAdSenseBox','ad','ads','adsense'],l=a.length,i,s='',e;for(i=0;i'}}c(s);l=a.length;for(i=0;i=0;--i){s=S[i];if(typeof o[s.src]!=z){n=d.createElement('script');n.type='text/javascript';n.src=s.src;v=o[s.src];w[v]=u;r=S[0];n.onload=n.onreadystatechange=function(){if(typeof w[v]==z&&(!this.readyState||this.readyState==="loaded"||this.readyState==="complete")){n.onload=n.onreadystatechange=null;r.parentNode.removeChild(n);w[v]=null}};r.parentNode.insertBefore(n,r);setTimeout(function(){if(w[v]!==null){f(n.src)}},2000);break}}}())}if(d.addEventListener){w.addEventListener('load',g207,false)}else{w.attachEvent('onload',g207)}})(window);
//Removed by EUCookieLaw (function() { var cx = '018429880818285044085:jm8t69bfsqu'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();