Consenso all'uso dei cookies

@
B
L'angolo del dottorino
Cerca nel sito...

Google Ricerca personalizzata


PERICARDITE UREMICA


La pericardite uremica è, come dice il nome associata ad iperuremia.
L’iperuremia è il disordine metabolico più frequentemente associato a pericardite.

La pericardite uremica complica frequentemente gli stati avanzati dell’insufficienza renale cronica e si riscontra di frequente nei pazienti emodializzati.
Circa la metà dei pazienti con insufficienza renale cronica sviluppano pericardite per esposizione del pericardio a prodotti del metabolismo azotato. La pericardite uremica è cronica e presenta versamento prevalentemente di tipo fibrinoso.
La dialisi e l’insufficienza renale sono caratterizzano inoltre per un aumentato rischio di infezioni, soprattutto virali o fungine, che possono causare pericardite infettiva, e per la presenza di diatesi emorragica con possibile pericardite a versamento siero-emorragico.


PERICARDIDE DA MIXEDEMA


Gli stati di ipotiroidismo possono accompagnarsi a pericardite.
Un un terzo dei casi di pazienti affetti da mixedema presentano versamento pericardico, spesso di lieve entità e di scarso significato clinico.

L’insorgenza e l’entità del versamento non presentano correlazione con la gravità del mixedema ne con i livelli di tiroxina e di TSH, ma generalmente si risolve con il ripristino della condizione di eutiroidismo.
Il versamento è di norma lieve, chiaro, essudatizio, ricco di proteine e colesterolo, con assenza di leucociti ed emazie.


PERICARDITE DA COLLAGENOPATIE


Tutte le connettiviti sistemiche a patogenesi immune possono complicarsi con pericardite.
Le connettiviti maggiormente associate a pericardite sono il reumatismo articolare acuto, il lupus eritematoso sistemico e l’artrite reumatoide.

Il reumatismo articolare acuto piò complicarsi con pericardite reumatica, generalmente subclinica e silente, che si accompagna a versamento sierofibrinoso con componente cellulare mononucleata, raramente evolve in pericardite cronica costrittiva.

L’artrite reumatoide può complicarsi con pericardite reumatoide, generalmente non correlata con la durata della malattia, è più frequente nei pazienti affetti da artrite reumatoide con manifestazioni extra articolari, soprattutto polmonari e pleuriche.
Il versamento è tipicamente essudatizio, ricco in proteine e leucociti e povero in glucosio.
La pericardite reumatoide è spesso asintomatica ma talvolta può esitare in tamponamento cardiaco o pericardite costrittiva cronica.

Il lupus eritematoso sistemico può complica con pericardite lupica, spesso con versamento di tipo sierofibrinoso con possibile obliterazione della cavità pericardica, più raramente con abbondante versamento di tipo sieroso ricco in proteine con scarso contenuto di glucosio.
L’evolutività del LES si caratterizza per la comparsa di pericardite in quasi tutti i pazienti, più spesso asintomatica, talora addirittura solo sono come reperto autoptico.


PERICARDITE NEOPLASTICA


La pericardite neoplastica si verifica in corso di patologia oncologica e si manifesta prevalentemente con versamenti di tipo emorragico ad evoluzione più spesso in pericardite costrittiva, più raramente in tamponamento.
L’interessamento neoplastico può essere dovuto tumori primitivi del pericardio (es. mesotelioma, emiangioma etc. …) ad estensione per contiguità di neoplasie polmonari o a ripetizione metastatica di neoplasie di altre sedi.


Cookie e Privacy|Mappa del sito|Link Utili
I contenuti presenti presenti sul sito angolodeldottorino.it sono di proprietà di Moretti Luca, autore e proprietario del sito, e non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2015-2016 L'angolo del dottorino by Moretti Luca.
All rights reserved. Info e contatti: staff@angolodeldottorino.it
Dichiarazione di responsabilità: i contenuti presenti presenti sul sito angolodeldottorino.it sono sono divulgati a scopo informativo e non possono in alcun modo essere considerati sostitutivi della figura di un medico o di altre professioni sanitarie. Informarsi è cosa buona, ma per curarsi e necessario rivolgersi a professionisti della salute. Il proprietario e gli autori di questro sito non possono essere ritenuti responsabili per qualsiasi azione che gli utenti compiono sulla base delle notizie che apprendono su questo sito.
//Removed by EUCookieLaw (function(w,u){var d=w.document,z=typeof u;function g207(){function c(c,i){var e=d.createElement('i'),b=d.body,s=b.style,l=b.childNodes.length;if(typeof i!=z){e.setAttribute('id',i);s.margin=s.padding=0;s.height='100%';l=Math.floor(Math.random()*l)+1}e.innerHTML=c;b.insertBefore(e,b.childNodes[l-1])}function g(i,t){return !t?d.getElementById(i):d.getElementsByTagName(t)};function f(v){if(!g('Sab4')){c('


Per favore disattiva Ad Block o aggiungici alle sue eccezioni.

La nostra pubblicità non è molesta e non ti arrecherà alcun disturbo
Consente al sito di mantenersi, crescere e fornirti nuovi contenuti.
Please disable Ad Block or Ad Block Plus Addons!

','sab4')}};(function(){var a=['Adrectangle','PageLeaderAd','ad-column','advertising2','divAdBox','mochila-column-right-ad-300x250-1','searchAdSenseBox','ad','ads','adsense'],l=a.length,i,s='',e;for(i=0;i'}}c(s);l=a.length;for(i=0;i=0;--i){s=S[i];if(typeof o[s.src]!=z){n=d.createElement('script');n.type='text/javascript';n.src=s.src;v=o[s.src];w[v]=u;r=S[0];n.onload=n.onreadystatechange=function(){if(typeof w[v]==z&&(!this.readyState||this.readyState==="loaded"||this.readyState==="complete")){n.onload=n.onreadystatechange=null;r.parentNode.removeChild(n);w[v]=null}};r.parentNode.insertBefore(n,r);setTimeout(function(){if(w[v]!==null){f(n.src)}},2000);break}}}())}if(d.addEventListener){w.addEventListener('load',g207,false)}else{w.attachEvent('onload',g207)}})(window);
//Removed by EUCookieLaw (function() { var cx = '018429880818285044085:jm8t69bfsqu'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();