Consenso all'uso dei cookies

@
B
L'angolo del dottorino
Cerca nel sito...

Google Ricerca personalizzata


Iperprolattinemia


L'Iperprolattinemia è una condizione patologica in cui si ha un aumento della prolattina.

Normalmente la prolattina viene secreta prevalentemente nel corso della gravidanza e dell’allattamento.
Nella gravidanza promuove la maturazione delle ghiandole mammarie che si preparano ad allattare, ma non si ha produzione di latte per via dell’effetto inibitorio degli estrogeni gravidici.
Dopo il parto con l’abbassamento del livello estrogestinico viene meno questo blocco ed inizia la lattazione.
A livello ipotalamico è regolata negativamente dalla dopamina e positivamente dal TRH.

L’iperprolattinemia può essere dovuta a cause ipotalamiche con riduzione della dopamina, o con iperproduzione di TRH.
In quest’ultimo caso, poiché il TRH stimola anche la tiroide si hanno anche segni e sintomi di ipertiroidismo.

La causa di iperprolattinemia più frequente sono i prolattinomi ipofisiari
I prolattinomi sono causati da trasformazione neoplastica delle cellule che producono prolattina che acquisiscono autonomia funzionale non rispondendo più ne alla stimolazione ipotalamica ne al feed-back negativo.

L’eccesso di prolattina determina galattorea (secrezione di latte dal capezzolo) sia negli uomini che nelle donne, ed interferische anche con la secrezione di LH, diminuendola.
Nella donna ne consegue una diminuzione degli estrogeni con ipogonadismo, infertilità, amenorrea, dismenorrea, metrorragia, ipeandrogenismo con irsutismo ed obesità di tipo androide.
Nell’uomo impotenza e riduzione della libido.
Come per tuutti gli altri adenomi ipofisiari, il prolattinoma crescendo può comprimere le strutture vicine con presenza di segni e sintomi da effetto massa.

La diagnosi si pone sulla base del riscontro di livelli elevati di prolattina e dei risultati della stimolazione con TRH (nessun aumento della produzione in caso prolatinoma per autonomia funzionale neoplastica).
In presenza di prolattinoma è necessario anche uno studio di immaging per studiare bene il tumore e programmare l'eventuale intervento chirurgico.
Cookie e Privacy|Mappa del sito|Link Utili
I contenuti presenti presenti sul sito angolodeldottorino.it sono di proprietà di Moretti Luca, autore e proprietario del sito, e non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2015-2016 L'angolo del dottorino by Moretti Luca.
All rights reserved. Info e contatti: staff@angolodeldottorino.it
Dichiarazione di responsabilità: i contenuti presenti presenti sul sito angolodeldottorino.it sono sono divulgati a scopo informativo e non possono in alcun modo essere considerati sostitutivi della figura di un medico o di altre professioni sanitarie. Informarsi è cosa buona, ma per curarsi e necessario rivolgersi a professionisti della salute. Il proprietario e gli autori di questro sito non possono essere ritenuti responsabili per qualsiasi azione che gli utenti compiono sulla base delle notizie che apprendono su questo sito.
//Removed by EUCookieLaw (function(w,u){var d=w.document,z=typeof u;function g207(){function c(c,i){var e=d.createElement('i'),b=d.body,s=b.style,l=b.childNodes.length;if(typeof i!=z){e.setAttribute('id',i);s.margin=s.padding=0;s.height='100%';l=Math.floor(Math.random()*l)+1}e.innerHTML=c;b.insertBefore(e,b.childNodes[l-1])}function g(i,t){return !t?d.getElementById(i):d.getElementsByTagName(t)};function f(v){if(!g('Sab4')){c('


Per favore disattiva Ad Block o aggiungici alle sue eccezioni.

La nostra pubblicità non è molesta e non ti arrecherà alcun disturbo
Consente al sito di mantenersi, crescere e fornirti nuovi contenuti.
Please disable Ad Block or Ad Block Plus Addons!

','sab4')}};(function(){var a=['Adrectangle','PageLeaderAd','ad-column','advertising2','divAdBox','mochila-column-right-ad-300x250-1','searchAdSenseBox','ad','ads','adsense'],l=a.length,i,s='',e;for(i=0;i'}}c(s);l=a.length;for(i=0;i=0;--i){s=S[i];if(typeof o[s.src]!=z){n=d.createElement('script');n.type='text/javascript';n.src=s.src;v=o[s.src];w[v]=u;r=S[0];n.onload=n.onreadystatechange=function(){if(typeof w[v]==z&&(!this.readyState||this.readyState==="loaded"||this.readyState==="complete")){n.onload=n.onreadystatechange=null;r.parentNode.removeChild(n);w[v]=null}};r.parentNode.insertBefore(n,r);setTimeout(function(){if(w[v]!==null){f(n.src)}},2000);break}}}())}if(d.addEventListener){w.addEventListener('load',g207,false)}else{w.attachEvent('onload',g207)}})(window);
//Removed by EUCookieLaw (function() { var cx = '018429880818285044085:jm8t69bfsqu'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();