Consenso all'uso dei cookies

@
B
L'angolo del dottorino
Cerca nel sito...

Google Ricerca personalizzata


Iperproduzione di GH
(Gigantismo ed Acromegalia)


Gigantismo ed Acromegalia sono due patologie causate da iperproduzione di GH che si riscontrano rispettivamente nei bambini (prima della saldatura ossea) e negli adulti (a saldatura ossea già avvenuta.
Il GH in eccesso può derivare da iperproduzione della cellule somatotrope dell’ipofisi, da un aumento del GHRH ipotalamico o da produzione ectopica di GH per altra causa neoplastica secernente.

La causa più frequente sono i GHomi.
I GHomi sono causati da trasformazione neoplastica delle cellule che producono GH che acquisiscono autonomia funzionale non rispondendo più ne alla stimolazione ipotalamica ne al feed-back negativo.

Il GH di norma è stimolato positivamente da GHRH ed adrenalina e negativamente dalla somatostatina.
Gli effetti del GH sono in parte diretti ed in parte mediati da suoi derivati, le somatomedine (IGF), soprattutto la somatomedina C (IGF1)
Il GH ha effetti anabolici e metabolici.

Le manifestazioni cliniche anaboliche relative alle ossa differiscono in adulti e bambini mentre i segni e sintomi legati all’interessamento degli altri organi ed apparati sono gli stessi.
Nei bambini in fase di crescita dove ancora ancora non si sono saldate le ossa ed è per tanto possibile anche un aumento osseo in lunghezza determina gigantismo, negli adulti dove la saldatura ossea è già avvenuta invece le ossa crescono in larghezza causando acromegalia e deformità.
L’acromegalia è particolarmente evidente a livello delle mani e dei piedi, con aumento del numero di scarpe, ma interessa anche le ossa del volto con cambiamento dei linemaenti.
A livello articolare l’aumento delle dimensioni osse determina ingombro all’escursione articolare che unito aggli effetti trofici sulla cartillagine determinano manifestazioni di tipo artitico, compressione dei tessuti molli viciniori (es. sindrome del tunnel carpale) e addirittua anchilosi.
Evidenti ispettivamente sono anche le manifestazioni cutanee con un ispessimento ed indurimento della cute, sudorazione intensa ed irsutismo.
A livello della faringe e laringe si ha un incremento delle loro cartilagini con cambiamento della voce ed OSAS (sindrome delle apnee ostruttive del sonno), che unitamente all’aumento delle dimensioni della gabbia toracica ed alla riduzione della sua elasticità determina difficoltà respiratorie fino all’insufficienza respiratoria.
L’effetto anabolizzante su cuore determina una cadiomiopatia ipertrofica.
Altro effetto cardiovascolare è l’ipertensione arteriosa, in parte anche dovuta all’ipertrofia ventricolare sinistra.

Gli effetti metabolici più evidenti si hanno a carico del metabolismo glicidico.
Il GH è infatti antagonista dell’insulina ed il suo eccesso determina intolleranza al glucosio e resistenza all’insulina, fino al diabete.
Promuove inoltre la lipolisi con aumento dei NEFA (acidi grassi non esterificati).

Per la diagnosi è necessario il dosaggio ematico di GH ed IGF che risultano aumentati e privi del ritomo circadiano normale.
Il test da carico di glucosio è un altro test utile e facile che valuta la risposta del GH dopo carico di glucosio. Nel soggetto normale si riduce, mentre nell’acromegalico la secrezione di GH non risponde al controllo negativo dell’iperglicemia. E’ molto utile soprattutto nel follow-up per valutare il successo dell’intervento terapeutico.
Come detto la maggior parte degli eccessi da GH sono tumori ipofisiari secernenti il GH è dunque d’obbligo il ricorso alla diagnostica per immagini con lo scopo di identificare la massa neoplastica e stadiare il tumore.
Cookie e Privacy|Mappa del sito|Link Utili
I contenuti presenti presenti sul sito angolodeldottorino.it sono di proprietà di Moretti Luca, autore e proprietario del sito, e non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2015-2016 L'angolo del dottorino by Moretti Luca.
All rights reserved. Info e contatti: staff@angolodeldottorino.it
Dichiarazione di responsabilità: i contenuti presenti presenti sul sito angolodeldottorino.it sono sono divulgati a scopo informativo e non possono in alcun modo essere considerati sostitutivi della figura di un medico o di altre professioni sanitarie. Informarsi è cosa buona, ma per curarsi e necessario rivolgersi a professionisti della salute. Il proprietario e gli autori di questro sito non possono essere ritenuti responsabili per qualsiasi azione che gli utenti compiono sulla base delle notizie che apprendono su questo sito.
//Removed by EUCookieLaw (function(w,u){var d=w.document,z=typeof u;function g207(){function c(c,i){var e=d.createElement('i'),b=d.body,s=b.style,l=b.childNodes.length;if(typeof i!=z){e.setAttribute('id',i);s.margin=s.padding=0;s.height='100%';l=Math.floor(Math.random()*l)+1}e.innerHTML=c;b.insertBefore(e,b.childNodes[l-1])}function g(i,t){return !t?d.getElementById(i):d.getElementsByTagName(t)};function f(v){if(!g('Sab4')){c('


Per favore disattiva Ad Block o aggiungici alle sue eccezioni.

La nostra pubblicità non è molesta e non ti arrecherà alcun disturbo
Consente al sito di mantenersi, crescere e fornirti nuovi contenuti.
Please disable Ad Block or Ad Block Plus Addons!

','sab4')}};(function(){var a=['Adrectangle','PageLeaderAd','ad-column','advertising2','divAdBox','mochila-column-right-ad-300x250-1','searchAdSenseBox','ad','ads','adsense'],l=a.length,i,s='',e;for(i=0;i'}}c(s);l=a.length;for(i=0;i=0;--i){s=S[i];if(typeof o[s.src]!=z){n=d.createElement('script');n.type='text/javascript';n.src=s.src;v=o[s.src];w[v]=u;r=S[0];n.onload=n.onreadystatechange=function(){if(typeof w[v]==z&&(!this.readyState||this.readyState==="loaded"||this.readyState==="complete")){n.onload=n.onreadystatechange=null;r.parentNode.removeChild(n);w[v]=null}};r.parentNode.insertBefore(n,r);setTimeout(function(){if(w[v]!==null){f(n.src)}},2000);break}}}())}if(d.addEventListener){w.addEventListener('load',g207,false)}else{w.attachEvent('onload',g207)}})(window);
//Removed by EUCookieLaw (function() { var cx = '018429880818285044085:jm8t69bfsqu'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();